dal 16 febbraio DIRTY DANCING

dal 16 febbraio DIRTY DANCING - Teatro Augusteo-Napoli

Prezzi

Platea poltrona: euro 35

Galleria poltroncina: euro 25

Per acquistare online clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=5194 

 

Fedele trasposizione teatrale del film ambientato in una lontana estate degli anni ’60, Dirty Dancing il Musical (The Classic Story on Stage) racconta il magico e movimentato incontro tra la giovane Baby Houseman e il fascinoso maestro di ballo Johnny Castle: e nella tipica atmosfera festosa del villaggio turistico nasce la loro storia d’amore, accompagnata da musiche indimenticabili e balli ad altissima carica sensuale.

AL TEATRO POLITEAMA - GALA CONCERT lunedì 26 febbraio

AL TEATRO POLITEAMA - GALA CONCERT lunedì 26 febbraio - Teatro Augusteo-Napoli

I BIGLIETTI SONO IN VENDITA PRESSO IL 

BOTTEGHINO DEL TEATRO AUGUSTEO

 

Per acquistare online clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=5453

 

dal 2 marzo NO GRAZIE, IL CAFFE' MI RENDE ANCORA NERVOSO

dal 2 marzo NO GRAZIE, IL CAFFE' MI RENDE ANCORA NERVOSO - Teatro Augusteo-Napoli

Prezzi

Platea poltrona: euro 35

Galleria poltroncina: euro 25

 

Per acquistare online clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=5195 

 

FEBBRAIO 2017

CARCERE DI POGGIOREALE – NAPOLI

Mi chiamo Michele Giuffrida. Sono passati 35 anni da quel Febbraio del 1982, giorno nel quale la Polizia fece irruzione nella cantina di casa mia dichiarandomi in arresto. Quello che dice la gente... quello di cui si sono convinti sia il Commissario sia il Giudice... è che io abbia ucciso Massimo Troisi e James Senese... durante il Primo (e unico) Festival Nuova Napoli.

La gente crede che io sia il terribile Funiculì Funiculà, il micidiale serial killer protettore dei più vieti stereotipi che la città di Napoli si porta addosso da secoli e secoli.

Quando mi hanno arrestato . . . tutte quelle tremende cose che ho detto . . . tutte quelle che hanno detto su di me, io non me le ricordo perché ero in stato confusionale. Sono passati 35 lunghissimi anni ma finalmente sono libero! Sono libero?

Comunque non vedo l’ora di farmi riabbracciare dalla mia città . . .