dal 27 ottobre LA BANDA DEGLI ONESTI

dal 27 ottobre LA BANDA DEGLI ONESTI - Teatro Augusteo-Napoli

TEATRO TOTO' PROSPET

presentano

 OMAGGIO A TOTO’

 

Gianni Ferreri  Anna Falchi

in 

“La banda degli onesti”

di Mario Scarpetta dalla sceneggiatura di Age e Scarpelli

con Davide Ferri

e con Enzo Esposito, Antonio Fiorillo, Franco Pica, Sasà Trapanese

Enzo Varone, Chiara Vitiello

 

 musiche originali M° Antonello Cascone

Scene Tonino Di Ronza

Costumi Maria Pennacchio

Aiuto Regia Maria Autiero

 

diretto da

Gaetano Liguori

 

Cosi’ come negli anni ’50 Toto’ si era accostato a Scarpetta, interpretando per il cinema tre sue commedie ( Il medico dei pazzi, Un turco napoletano, Miseria e nobilta’ ) negli Anni ’90 uno Scarpetta, con un umile e sincero omaggio si accosto’ al Principe della risata, trascrivendo per la scena teatrale uno dei suoi più divertenti e famosi film. Mario Scarpetta, pronipote del grande commediografo e autore Eduardo, in occasione del centenario della nascita dichiarò : “la cosa piu’ difficile è stata quella di dimenticarsi di Toto.” L’ Adattamento teatrale di Mario Scarpetta fu autorizzato dagli sceneggiatori del film Age e Scarpelli e mantiene praticamente immutata la struttura della sceneggiatura e presenta rispetto al film del 1956 alcune modifiche pratiche. “Ho semplificato molto l’azione - racconto’ Mario Scarpetta - eliminando quando necessario alcune parti e alcune situazioni, come nel caso della rinuncia alla figura di Cardone, il pittore, che nel film era interpretato da uno splendido Giacomo Furia”. Da qui e con lo stesso criterio fu realizzata anche la scelta scenografica dei luoghi deputati dell’intreccio: la portineria e la tipografia. Lo spettacolo fa ritornare questa volta in teatro le vicende di un Don Gennaro, portinaio con pochi soldi e molti sogni ed un Don Ferdinando non meno squattrinato e sognatore che insieme stampano un bel gruzzolo di banconote false. “Non era facile mettere in piedi una versione teatrale del film- affermo’ Liliana de, Curtis- ma Mario Scarpetta e i suoi attori ci sono riusciti benissimo. A loro va il mio applauso sincero. Sono sicura che a mio padre la commedia sarebbe piaciuta”. Mario Scarpetta, recitò con questa commedia l’ultima volta nel 2004, poco prima della morte e dopo una lunghissima tournée. Oggi dopo 13 anni in ricordo di Toto’ e di Mario Scarpetta viene riproposto questo allestimento con la direzione di Gaetano Liguori e nei ruoli principali gli attori Gianni Ferreri, Anna Falchi e Davide Ferri in compagnia con Enzo Esposito, Antonio Fiorillo, Franco Pica, Sasà Trapanese, Enzo Varone e Chiara Vitiello.

VENERDI' 24 - SABATO 25 NOVEMBRE VIRGINIA RAFFAELE IN PERFORMANCE

VENERDI' 24 - SABATO 25 NOVEMBRE VIRGINIA RAFFAELE IN PERFORMANCE - Teatro Augusteo-Napoli

Venerdì 24 novembre alle ore 21:00

Sabato 25 novembre alle ore 21:00

 

Prezzi

Poltrona platea: euro 39,00

Poltroncina galleria: euro 29,00

 

Per acquistare online clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=4884

 

VIRGINIA RAFFAELE in 

PERFORMANCE


Scritto da VIRGINIA RAFFAELE, GIAMPIERO SOLARI, PIETRO GUERRERA, GIOVANNI TODESCAN
Musica M° TEO CIAVARELLA
Trucchi speciali BRUNO BIAGI e VALERIA COPPO
Regia di GIAMPIERO SOLARI

 

Performance è il one-woman-show con il quale l’istrionica Virginia Raffaele ha confermato il suo straordinario talento.

Le maschere più popolari, da Ornella Vanoni e Belen Rodriguez, così come i personaggi liberamente tratti dalla realtà come l’eterna esclusa dai talent show musicali Giorgia Maura o la poetessa transessuale Paula Gilberto Do Mar, sono donne molto diverse tra loro che sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea: la vanità, la scaltrezza, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira, tipici elementi che compongono lo stile di Virginia Raffaele.

I personaggi si avvicendano tra monologhi esilaranti e dialoghi surreali con la vera Virginia Raffaele che, grazie ad un attento lavoro di regia, interagisce con le sue creature come una sorta di narratore involontario che poeticamente svela il suo “essere - o non essere”.

La musica originale del maestro Teo Ciavarella fa da punteggiatura allo spettacolo, accompagnando i personaggi nelle loro performance, sottolineandone i movimenti, enfatizzandone le manie; conferendo allo spettacolo un ritmo forsennato nel cui vortice i personaggi, Virginia e le varie chiavi di lettura si mescolano creando una nuova realtà, a volte folle a volte melanconica.