Home » Cartellone 2015-2016

Cartellone 2015-2016

dall' 11 dicembre ALESSANDRO SIANI - CHRISTIAN DE SICA in "IL PRINCIPE ABUSIVO"

dall' 11 dicembre ALESSANDRO SIANI - CHRISTIAN DE SICA in "IL PRINCIPE ABUSIVO" - Teatro Augusteo-Napoli

PREZZI 

POLTRONA        50,00

POLTRONCINA   33,00

 

 

per acquistare on line clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=2891

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=3232

 

 

Regia ALESSANDRO SIANI

Musiche UMBERTO SCIPIONI

Soggetto ALESSANDRO SIANI

Costumi ELEONORA RELLA

Scenografia ROBERTO CREA

Disegno luci GIGI ASCIONE

 

 

Il Principe abusivo è stato il mio film d'esordio, accolto con grande affetto dal pubblico...un affetto nei confronti di questa pellicola che mi ha trascinato a progettarne una versione teatrale.

Un adattamento con grandi sorprese nel cast, con tante novità musicali, ma con una sicurezza: Christian De Sica.

Una favola moderna che parla di ricchezza e povertà. Si dice: "il ricco trova parenti tra gli sconosciuti, il povero trova sconosciuti tra i parenti"

 

 

dal 20 novembre SERENA AUTIERI - PAOLO CONTICINI in "VACANZE ROMANE"

dal 20 novembre SERENA AUTIERI - PAOLO CONTICINI in "VACANZE ROMANE" - Teatro Augusteo-Napoli
PREZZI  
Poltrona 35,00
Poltroncina 25,00

 

 

 

 

per acquistare on line clicca qui:

 http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=3225

 

una grande produzione con Serena Autieri e Paolo Conticini, e la regia di Luigi Russo.

La favola senza tempo di “VACANZE ROMANE”, meraviglioso affresco di quella Roma generosa e sognante del dopoguerra, torna ad incantare gli spettatori. La commedia musicale, tratta dal pluripremiato film diretto da William Wyler e interpretato da due leggende del cinema come Audrey Hepburn e Gregory Peck, è l’ultima testimonianza teatrale del monumentale sodalizio artistico tra Pietro Garinei e Armando Trovajoli. Dopo una serie di stagioni felici “Vacanze romane” riaccende le sue luci per riproporre con rinnovata forza e fascino la grande bellezza di quell’Italia con gli occhi luccicanti di sogni di cui tutti sentiamo nostalgia ma che ancora può essere modello di vitalità creativa e di sincera umanità per le nuove generazioni. lo spettacolo, prodotto da Engage, elegge già la sua protagonista femminile: sarà infatti un emozionante ritorno per Serena Autieri la poliedrica artista napoletana, già nel cast della prima edizione del 2004/2005, che interpreterà la Principessa Anna. Alla luce di un allestimento sorprendente che si avvarrà delle nuove sfide della tecnologia, il testo e le partiture si arricchiranno di novità e integrazioni, con la volontà di rendere questa edizione la più bella di sempre. 

dal 12 novembre TATO RUSSO in "IL FU MATTIA PASCAL" di Luigi Pirandello

dal 12 novembre TATO RUSSO in "IL FU MATTIA PASCAL"  di Luigi Pirandello - Teatro Augusteo-Napoli

versione teatrale di Tato Russo dal romanzo di Luigi Pirandello

 

 

 

 

 

 

 

PREZZI:

Poltrona             30,00

Poltroncina         20,00

Per acquistare on line clicca qui:

http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=3224

 

con (in o.a.)

Renato De Rienzo – Salvatore Esposito - Marina Lorenzi

Peppe Mastrocinque - Adriana Ortolani - Carmen Pommella - Francesco Ruotolo –

Caterina Scalaprice - Massimo Sorrentino – Lorenzo Venturini

scene di Tony Di Ronza - costumi di Giusi Giustino - musiche di Alessio Vlad

uno spettacolo di TATO RUSSO

calendario:

GIOVEDI' 12 NOVEMBRE turno A

VENERDI' 13 NOVENBRE turno E

SABATO   14 NOVEMBRE turno C

DOMENICA 15 NOVEMBRE turno D

MERCOLEDI' 2 DICEMBRE turno F

GIOVEDI'   3 DICEMBRE turno G

VENERDI' 4 DICEMBRE turno H

SABATO 5 DICEMBRE turn I

DOMENICA 6 DICEMBRE turno M

 

 

 

punto di venire da me per qualche consiglio o suggerimento, mi stringevo nelle spalle, socchiudevo gli occhi e gli rispondevo:- Io mi chiamo Mattia Pascal.”

Ma cosa corrisponde a un semplice nome proprio? È questa la domanda alla quale intende rispondere il protagonista del romanzo di Pirandello che così inizia il suo viaggio attraverso i vari modi d’apparire di se stesso a se stesso e agli altri, il viaggio tra gli intrighi di una vita moltiplicata forse all’infinito che ci impedisce tra convenzioni e compromessi di capire chi siamo veramente. Alla ricerca dell’ ES, dell’altra parte di sé, o della propria vera identità. Morire per vivere una vita diversa. Ritrovare attraverso mille morti la propria unica ragione d’esistere. Scoprire la propria vera identità al di là delle convenzioni che ci hanno formato. Insomma viaggiare a ritroso dei sé o dei risultati di sé abbandonando la scorza delle apparenze per tentare una scoperta definitiva del proprio io. Questo il viaggio di Mattia Pascal, nell’abisso della contraddizione tra essere e apparire. La riduzione in commedia tralascia la tecnica della narrazione propria del romanzo e trasferisce ad una dimensione teatrale il racconto. Insomma liberandosi dalla pesantezza d’una proposta troppo vincolata alla struttura letteraria Tato Russo fa propria la materia del testo per riscriverla in commedia nello stesso linguaggio drammaturgico che sarebbe stato di Pirandello nello sforzo palese e riuscito di una costruzione per il teatro, alla maniera insomma che immaginariamente avrebbe operata lo stesso autore del romanzo nel momento in cui avesse scelto di trasferirla in commedia. Il romanzo sembra così recuperato e acquisito al repertorio delle commedie del Nostro in modo definitivo.Mattia Pascal è Tato Russo nel doppio ruolo di Mattia Pascal e di Adriano Meis, ma anche gli altri personaggi che concorrono alla sua vicenda si rincorrono nella storia, interpretata così dagli stessi attori in identità e personaggi diversi, quasi a scegliere di non chiarire affatto, nello spettro delle rassomiglianze, la distinzione tra i vari aspetti della realtà. Mattia e i suoi coinquilini della storia muoiono tutti per rincontrarsi identici nella storia di Adriano Meis e rivivere poi in quella nuova di Pascal.

Spettacolo già effettuato LUCA DE FILIPPO in "NON TI PAGO" di Eduardo

Spettacolo già effettuato LUCA DE FILIPPO in "NON TI PAGO" di Eduardo - Teatro Augusteo-Napoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo

 

 NON TI PAGO

di

Eduardo De Filippo

con (in ordine di apparizione)

 

Carolina Rosi, Viola Forestiero, Nicola Di Pinto, Federica Altamura, Andrea Cioffi,

Luca De Filippo, Massimo De Matteo, Carmen Annibale, Paola Fulciniti,

Gianni Cannavacciuolo, Giovanni Allocca

 

Personaggi ed interpreti

 

Ferdinando Quagliuolo Luca De Filippo

Concetta, sua moglie Carolina Rosi

Stella, loro figlia Carmen Annibale

Aglietiello, uomo di fatica in casa Quagliuolo Nicola Di Pinto

Margherita, cameriera Viola Forestiero

Mario Bertolini Massimo De Matteo

Erminia, sua zia Paola Fulciniti

Vittorio Frungillo Federica Altamura

Luigi Frungillo Andrea Cioffi

Carmela, popolana Paola Fulciniti

Don Raffaele Console Gianni Cannavacciuolo

Lorenzo Strummillo, avvocato Giovanni Allocca

 

regia Luca De Filippo

scene Gianmaurizio Fercioni

costumi Silvia Polidori

musiche Nicola Piovani

luci Stefano Stacchini

aiuto regia  Norma Martelli

aiuto scene  Olivia Fercioni

aiuto costumi  Pina Sorrentino

 

Continuando il lavoro di approfondimento sulla drammaturgia di Eduardo, a partire da ottobre 2015 la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo propone NON TI PAGO, commedia tra le più brillanti del repertorio eduardiano che lo stesso grande drammaturgo napoletano ha definito “una commedia molto comica che secondo me è la più tragica che io abbia mai scritto”.

Con NON TI PAGO la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo porta avanti un percorso specificatamente tematico preceduto nella stagione 2013/2014 dall’allestimento di “Sogno di una notte di mezza sbronza” che ne costituisce il prologo naturale.

La commedia parla di sogni, vincite al lotto, superstizioni e credenze popolari di un’umanità dolente e sfaccendata, che nella cruda realtà quotidiana fatta di paure, angosce e miseria non rinuncia però alla speranza, all’illusione, all’ingenua attesa di un colpo di fortuna che determini un futuro migliore.

 

Breve sinossi

Il protagonista Ferdinando Quagliuolo, è personaggio ambiguo e surreale, che vive tra sogno e realtà. Gestore di un botteghino del lotto a Napoli è un accanito giocatore eccezionalmente sfortunato. Al contrario un suo impiegato Mario Bertolini, suo futuro genero, interpretando i sogni, colleziona vincite su vincite e addirittura un giorno gli capita di vincere una ricca quaterna di quattro milioni delle vecchie lire datagli in sogno proprio dal defunto padre del suo datore di lavoro. Accecato da una feroce invidia Don Ferdinando si rifiuta di pagargli la vincita e rivendica il diritto di incassare la somma per se. Egli sostiene che lo spirito di suo padre avrebbe commesso un involontario scambio di persona recandosi per errore nella vecchia abitazione della famiglia Quagliuolo dove ora risiede il giovane Bertolini. La commedia si sviluppa intorno ai vari tentativi di Ferdinando di appropriarsi del biglietto vincente con esasperate contese, dispute surreali e grottesche maledizioni…

ELLEDIEFFE S.r.l.

 

www.defilippo.it – E-mail:info@defilippo.it